Twilight è un romanzo moralmente discutibile?

25 novembre 2008

Twilight è un romanzo dannoso per le adolescenti? Stephenie Meyer sta indicando modelli pericolosi alle ragazze di mezzo mondo?

Ho trovato un articolo sui romanzi, apparso su Io9, su cui vale la pena riflettere. Il tema è quello delle influenze tra libri e realtà e la letteratura d’evasione nel vero senso della parola.

Riassumendo l’articolo, Kaila Hale-Stern sostiene che sia errato, addirittura pericoloso, sostenere che Twilight e i suoi seguiti contengano un messaggio positivo e siano letture formative, da consigliare a un pubblico di adolescenti. Per due motivi.

Il primo è la visione del sesso data dai libri. Premesso che ognuno è libero di pensare ciò che vuole sull’argomento ed è libero di avere la posizione che preferisce sul sesso prematrimoniale, Hale-Stern sostiene che nei libri il sesso è addirittura demonizzato, le pulsioni giovanili di Bella vengono costantemente represse e quando finalmente, dopo il matrimonio si consuma l’atto, lei ne esce a pezzi e destinata ad una gravidanza dolorosissima. Hale-Stern è preoccupata che questa maniera violenta e repressiva di rappresentare una sensualità che si sta sviluppando possa influenzare le adolescenti.
Il secondo motivo è il comportamento di Edward. Tolta la visione estatica e angelica del perfetto Edward visto con gli occhi di Bella, quello che rimane è un egoista, maniaco del controllo, che isola la sua ragazza, le impedisce di vedere gli amici, limita i suoi movimenti, la segue ovunque, la separa dalla famiglia. Il ritratto dell’uomo accusato di maltrattamenti e violenze domestiche. Secondo Hale-Stern, se non fosse un vampiro, sarebbe rinchiuso in un carcere. E’ spaventata dal fatto che le adolescenti, e le loro madri, lo vedano come il ritratto del ragazzo ideale e possano cercare partner con una personalità – violenta – simile alla sua, accettandola passivamente.

L’articolo ha generato numerosi commenti, alcuni sostengono le posizioni espresse in esso, altri le criticano. La critica migliore e meglio argomentata, secondo me è questa.
L’autrice del commento, LaieKahuku, è un’insegnante di “middle school“, studenti adolescenti, intorno ai 10-14 anni. Le sue studentesse adorano il libro e lei, avendolo letto, capisce il perché. Le ragazze subiscono una fortissima pressione per sessualizzare e mercificare il proprio corpo a età sempre più giovani. Prestazioni sessuali sono richieste e attese come forma di negoziazione sociale. Un libro che racconta di un ragazzo che ama senza imporre atti sessuali è una splendida via di fuga da una realtà in cui non c’è distinzione tra sensualità, intimità e sesso.
Proseguendo nel thread di commenti, LaieKahuku tocca anche il tasto del comportamento di Edward. Sì, è decisamente un comportamento disturbato e violento. Ma, secondo lei, nonostante le adolescenti di mezzo mondo si strappino i capelli alla vista del loro eroe sul grande schermo, gli promettano amore eterno e vogliano essere rapite da lui, il modello di uomo a cui aspirano le ragazze d’oggi, influenzate da Twilight, non è quello di un partner violento e prepotente. Le ragazze sono in grado di distinguere tra realtà e fantasia. Come le adolescenti del passato non si sono fatte influenzare da storie d’amore romantiche, ma disfunzionali come Romeo e Giulietta o Cime Tempestose, quelle di oggi non si faranno influenzare dai libri della Meyer.

Intanto, Twilight, il film tratto dal primo libro della serie dedicata ai vampiri di Stephenie Meyer, è nelle sale. Il week end è stato all’insegna del successo: la pellicola ha incassato oltre 70 milioni di dollari. E’ il quarto miglior risultato dell’anno e il miglior risultato in assoluto per un film diretto da una donna. Davanti a questi numeri la casa produttrice non ha perso tempo a dare il via libera all’adattamento del secondo libro.

Che ne pensate? Ci sono lettori e lettrici di Twilight che vogliono affrontare questa discussione?


Fatal error: Can't use function return value in write context in /home/mhd-01/www.magrathea.it/htdocs/wp-content/themes/book-rev-lite/templates/bookrev_review_wrap_up_template.php on line 117