Chi guarderà Watchmen? Nessuno?

Non è strano che il primo post dopo le vacanze parli sempre di Watchmen?

Avevo già accennato alla disputa legale tra Fox e Warner Bros sulla proprietà dei diritti cinematografici sulla graphic novel di Alan Moore. Era prevista una prima udienza in tribunale il 6 gennaio per la definizione della controversia.

Ebbene, negli ultimi giorni del 2008 il giudice che avrebbe presieduto l’udienza si è pronunciato in via anticipata, affermando che la Fox possiede “quantomeno i diritti di distribuzione” del film realizzato dalla Warner.

Di solito situazioni simili si chiudono con accordi extragiudiziali, in cui la compagnia che ha violato i diritti paga rimborso alla compagnia detentrice dei diritti. E’ successo recentemente con The Dukes of Hazzard.
Per questo, molti commentatori hanno pensato che la dietro la decisione del giudice di dare un parere prima dell’udienza ci fosse la volontà di quest’ultimo di dare alle due major un punto fermo su cui iniziare a discutere per risolvere la questione senza neanche entrare in tribunale. Questa poteva essere una buona notizia, visto che la data di uscita del film, 6 marzo 2009, incombe.

Gli avvocati della Fox, invece, hanno spiazzato tutti affermando che l’intenzione dei loro assistiti è quella di bloccare il film e impedirne la distribuzione e di non essere interessati ad alcun accordo che possa permettere a chiunque, compresa la stessa Fox, di distribuire la pellicola nelle sale.

La Warner ha risposto di continuare a non ritenere valide le pretese della Fox sui diritti e di voler proseguire nell’iter legale, presentandosi davanti al giudice e trattando la questione in tribunale.

Ora, non è possibile sapere se dietro queste affermazioni ci sia solo la volontà di mostrare i muscoli in vista delle trattative per definire la somma di denaro che la Fox strapperà alla Warner per chiudere la faccenda, o se realmente la Fox sia intenzionata a impedire la proiezione del film.
La Warner continua a distribuire trailer del film e mantiene ferma la data del 6 marzo per la prima.

Le reazioni in rete non si sono fatte attendere: fan di Watchmen e appassionati di cinema hanno lanciato numerose petizioni e iniziative a sostegno del film. Più o meno tutte le iniziative girano intorno all’ipotesi di boicottare la Fox, rifiutandosi di andare a vedere i film che questa distribuirà al cinema nel prossimo futuro (ma continuando a guardare le serie prodotte da Fox TV, visto che si tratta di una divisione completamente separata e che un boicottaggio televisivo colpirebbe anche serie molto attese e bisognose di sostegno, come Dollhouse).

Al momento è impossibile prevedere come finirà questa storia, ma il rischio che Watchmen non arrivi mai nei cinema è concreto.
In attesa di sviluppi, consoliamoci col nuovo trailer giapponese, che contiene numerose sequenze mai viste prima.

Rispondi