Dead Plane: gli zombie prendono l’aereo e noi li recensiamo

planedeadFlight of the Living Dead: Outbreak on a Plane, intitolato anche Plane Dead è uno zombie movie del 2007, per la regia di Scott Thomas, con Erick Avari, David Chisum, Kristin Kerr.

Un aereo da trasporto ingoiato da una tempesta. Un carico top secret. Un incidente che conduce ad un orrore ad alta quota.

Plane Dead é chiaramente ispirato al tentato-cult Snakes on a Plane ma, come il suo antesignano, non raggiunge il bersaglio di una lega o due. Non ha forza, non ha impatto: la location suggestiva viene sprecata con una serie di tagli di scena poco ispirati e con una fotografia che, se studiata, avrebbe potuto redimere il film.  Sin dai primissimi il film si promette come un tipico zombie movie di serie b che non dovrebbe avvicinarsi alle sale nostrane neanche nelle estati più afose e destinato, nel caso di importazione diretta, a prendere polvere negli scaffali delle videoteche assieme ai più sfortunati slasher degli anni ’90.

Gli stereotipi di personaggio ci sono e dichiarano orgogliosamente di esserlo: i giovinastri scapestrati e irrispettosi condannati a morte certa, le hostess terrorizzate, il comandante dell’aereo all’ultimo volo, l’odioso e infido scienziato, l’agente della sicurezza alternativo sotto copertura e un prigioniero in fuga (Kevin J. O’Connor da la Mummia) con il quale si può empatizzare e persino la suora di contorno.

Dalle prime improbabili battute (un cargo top secret con guardia armata in un aereo commerciale?) sappiamo esattamente in quale preciso momento e in che modo il disastro prenderà via, quale sarà lo svolgimento dell’invasione dei non morti e quale la sua conclusione (seguita dall’inevitabile quanto prevedibile “sorpresa”). E’ possibile persino tirare ad indovinare l’ordine della dipartita dei personaggi.

Dialoghi non eclatanti (involontariamente comica la gestione della minaccia biologica da parte dei militari) e una recitazione sopra le righe, condito tutto da pochi e non eccelsi effetti speciali ed una fotografia discutibile (le panoramiche esterne all’aereo possono essere definite “classiche” e l’ufficio dove i militari discutono pare tirato su in economia), spingono Plane Dead verso l’oblio della memoria.

Rispondi