Leo Sorge e l’anteprima di New Moon

Diciottenne passionale e tonta vuol fare sesso. La sua scelta ricade su un emaciato eroinomane 17enne, magro e vestito sempre con accappatioio o pigiama, che non riesce neanche a baciarla e per giustificarsi le racconta di essere un vampiro di 107 anni.

Ieri sera sono stato all’anteprima di New Moon, il secondo film della saga Twilight di Stephenie Meyer, trentaseienne autrice di quattro di questi romanzi (gli ultimi due sono Eclipse e Breaking Dawn). Continuiamo con la trama.

Lei desidera passare con lui l’eternità e gli chiede di vampirizzarla, ma lui, pur di non impegnarsi con lei, il bianchiccio asociale scappa dalla cittadina con tutta la sua famiglia.

Lei ci resta malissimo e si distrae con un lupacchiotto, ovvero un giovine licantropo (essai la novità di vampiri contro licantropi!).

Dopo vari tentativi incrociati di suicidio, lui ritorna e cercano il legame eterno: lui chiede tempo, lei glie lo nega e alla fine le chiede di sposarlo. Sesso niente, manco una mezza tettina coppa B.

Il genere urban gothic/fantasy sta diventando il principale mesaggio letterario dei Paesi anglosassoni, e anche in Italia si prevede il passaggio dal “noir” al “new gothic”, ma per la fine del 2010. Fantascienza e fantasy verranno declinati nel nuovo modo, non solo nella letteratura d’evasione e nelle produzioni cine/tele ma anche nella pubblicità.

Prorio in quest’ottica ho studiato gli sponsor della serata di gala di ieri sera, arricchita da parecchia gente “in”-sospettabile.

Per la maggior parte degli sponsor ho avuto difficoltà a trovare la congruenza con il messaggio promozionale: che c’entra un’auto di fascia alta con quindicenni ormonali? Bah. Ovvio che le bibite gassate c’entrino dappertutto. Per uno sponsor, con un po’ di studio, sono riuscito a trovare il filo del discorso. Nòverca, l’operatore cellulare, ha aggredito la fascia dei giovanissimo con una promozione “moon” dedicata a chi telefona di notte. Come i vampiri. Anche qui c’è una classica promozione per gli orari di scarso traffico, ma ricarrozzata ad urban fantasy.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *