I trend nel fantastico

27 luglio 2010

Dovrei scrivere la recensione di Toy Story 3 (magnifico) e Yattaman (molto divertente). Ma ho il cervello che fuma e chiudere quest’anno di lavoro sta assorbendo tutte le mie energie.

Però ho il tempo di fare una rapida analisi dell’andamento di alcune parole chiave legate al mondo del fantastico in Italia negli ultimi 12 mesi. E’ un’analisi che ho fatto al volo mentre aspettavo di andare a mangiare, non uno studio accurato, ma può essere la base per qualcosa di più serio in futuro.

Ecco cosa ho fatto: usando uno strumento di analisi del volume di ricerche di termini su Google, ho confrontato alcune parole chiave. Il risultato è una serie di grafici che mostra l’andamento delle ricerche per quei termini negli ultimi 12 mesi (da agosto del 2009 a oggi), in Italia.

Il volume di ricerche riflette l’interesse per quella particolare parola chiave, rispetto ad altre. Interesse e sentimento sono due concetti molto diversi: io posso cercare un forum dedicato a un libro per lamentarmi di quanto è scritto male. Questa ricerca genera interesse positivo, ma sentimento negativo. Questi grafici mostrano solo l’interesse.

Ecco i grafici, cliccateli per vederli a dimensione originale.

Interesse per genere

generi

Quale genere ha suscitato maggiore interesse negli ultimi 12 mesi? Il fantasy, non c’è storia, seguito dall’horror. Sono un po’ sorpreso nel vedere fantascienza e supereroi così in basso, nonostante l’hype generato da film e serie TV. Le linee per la fantascienza e il supereroistico sembrano lineari perché schiacciate dal fantasy. Togliendo questo genere dalla ricerca, le linee per gli altri generi si fanno più frastagliate. La fantascienza mostra un picco a gennaio, in occasione dell’uscita di Avatar, evidentemente.

Il Signore degli Anelli contro Twilight contro Harry Potter

isdavstwilightpotter

Twilight è horror o fantasy? A voler essere rigorosi dovrebbe essere un horror, ci sono i vampiri! Ma sembra più un urban fantasy, che è un genere elastico e in effetti sconfina nell’horror e nel weird. Comunque, è una saga che ha conquistato un grande seguito di appassionati. Ho provato a confrontare Twilight con la saga che ha entusiasmato più di una generazione, quella de Il Signore degli Anelli, e con una più recente: Harry Potter. Ecco il risultato: la caduta del mito! Il ciclo di romanzi più ricercato su Google degli ultimi 12 mesi è quelli di Twilight. Il Signore degli Anelli viaggia su linea piatta, schiacciato dall’interesse per i romanzi della Meyer. I picchi di Twilight si hanno in corrispondenza dell’uscita dei film in Italia: a novembre New Moon, a giugno Eclipse.  Twilight vinceanche su Harry Potter, ma i romanzi del maghetto suscitano più interesse delle vicende degli hobbit.

Vampiri o lupi mannari?

mostri

Parlando di Twilight non si può non parlare di Team Edward e Team Jacob. Quale creatura delle tenebre genera maggiore interesse, il vampiro o il lupo mannaro? Il fascino di Benicio del Toro non può nulla contro la corazzata Twilight: negli ultimi 12 mesi i vampiri hanno generato molto più interesse dei lupi mannari, nonostante siano usciti anche un po’ di libri che hanno come protagonisti dei mannari. In realtà i vampiri sono trendy da decenni. Twilight non ha creato il fenomeno, ma lo ha rafforzato e trasmesso a una nuova generazione.

Star Trek o Star Wars?

saghe

Confronto inevitabile. Guerre Stellari o Star Trek? Qual è la saga fantascientifica che ha riscosso più interesse negli ultimi 12 mesi? Se ci limitiamo all confronto “Star Trek” vs “Guerre Stellari”, vince Star Trek. Ma a quanto pare anche in Italia il termine più ricercato è “Star Wars”. La saga di Lucas, quindi, genera più ricerche di quella di Roddenberry. Il film di Star Trek firmato da JJ Abrams è di maggio 2009. Andando indietro nel tempo si vede un picco per Star Trek, che nelle settimane precedenti e successive all’uscita del film supera Star Wars, per poi tornare sotto.

Heroes o Lost?

lostheroes

Infine, ho dato un’occhiata alla televisione.

Quale serie TV ha generato maggiore interesse? Ho cercato solo Lost e Heroes, per l’hype che hanno generato. Vince Lost e non è una sorpresa: la serie durava da più tempo, quindi aveva costruito una maggiore base di fan e la curiosità per il finale era molto alta. Heroes, d’altra parte, dopo la splendida prima stagione era diventato una barzelletta negli USA. Qui da noi, a causa del doppiaggio e dell’adattamento terrificanti, non ha mai preso piede.

Nessun commento

Rispondi