I 100 migliori libri Fantasy e di Fantascienza per la NPR

La NPR, la radio pubblica degli USA, qualche settimana fa ha chiesto ai suoi ascoltatori quali fossero secondo loro i 100 migliori libri fantasy e di fantascienza. Sono giunte 5.000 segnalazioni e 60.000 voti. Una valida base statistica.

AGGIORNAMENTO: Amazon ha fatto una cosa simile più di recente, non una classifica quanto un elenco dei migliori libri di genere. Lo trovate qui.

La Top100 risultante è decisamente interessante. Un mix di classici (potete tutti indovinare chi c’è al primo posto) e di romanzi relativamente recenti. Dall’elenco iniziale di opere che potevano essere votate sono stati esclusi i titoli horror e gli young adult: la NPR attende le prossime estati per dedicare classifiche specifiche a questi due generi, per questo mancano serie famose come Harry Potter e Twilight e autori storici come Lovecraft.

Trovate la classifica completa con breve descrizione delle opere qui.

Tanto per iniziare a discutere, ecco le prime 20 posizioni

1. Il Signore degli Anelli: La compagnia dell’anello-Le due torri-Il ritorno del re, di J.R.R. Tolkien

2. Guida Ggalattica per gli Autostoppisti, di Douglas Adams

3. Ender’s game. Il gioco di Ender, di Orson Scott Card

4. Il Ciclo di Dune, di Frank Herbert

5. La serie de Il Trono di Spade, di George R. R. Martin

6. 1984, di George Orwell

7. Fahrenheit 451, di Ray Bradbury

8. Trilogia della Fondazione, di Isaac Asimov

9. Il Mondo nuovo, di Aldous Huxley

10. American Gods, di Neil Gaiman

11. La Storia Fantastica, di William Goldman

12. la serie de La Ruota del Tempo, di Robert Jordan

13. La Fattoria degli Animali, di George Orwell

14. Neuromante, di William Gibson

15. Watchmen: The Deluxe Edition by Moore, Alan (2013) Hardcover, di Alan Moore

16. Io, robot, di Isaac Asimov

17. Straniero in Terra Straniera, di Robert Heinlein

18. Il ciclo de Le Cronache dell’Assassino del Re, di Patrick Rothfuss

19. Mattatoio n. 5, di Kurt Vonnegut

20. Frankenstein, di Mary Shelley

 

(per chi sta strillando perché non c’è Dick: è al 21° posto).

 

Un po’ di considerazioni.

I libri sono 100, gli autori 74. Questo vuol dire che alcuni autori compaiono in classifica con più libri.

Ecco gli autori presenti almeno due volte.

 

Neal Stephenson 4

Neil Gaiman 4

Ray Bradbury 4

Arthur C. Clarke 3

Isaac Asimov 3

Robert Heinlein 3

Brandon Sanderson 2

George Orwell 2

H.G. Wells 2

J.R.R. Tolkien 2

Jules Verne 2

Kurt Vonnegut 2

Larry Niven 3 (di cui 2 con Jerry Pournelle)

Jerry Pournelle 2 (insieme a Larry Niven)

Stephen King 2

Terry Pratchett 2

Ursula K. LeGuin 2

 

Neil Gaiman e Neal Stephenson appaiono 4 volte, insieme a Ray Bradbury. Due autori contemporanei insieme a un maestro del genere. Preziosa informazione su come stanno cambiando i gusti dei lettori. Ma nonostante questo, romanzi presenti da decenni sugli scaffali delle librerie hanno ottenuto, nel complesso, più voti rispetto a storie più recenti.

Tutte le opere nelle prime 5 posizioni hanno avuto una o più trasposizioni cinematografiche, televisive, fumettistiche, radiofoniche. Tranne Ender’s Game, per il quale è comunque in produzione un film ed è stata realizzata una serie a fumetti. Questo spinge a pensare che se Do Androids Dream of Electric Sheep? fosse stato presentato con un (Blade Runner) accanto al titolo, forse avrebbe preso più voti. Ed è probabile che l’undicesima posizione de La Storia Fantastica sia anche influenzata dal film.

Schiacciante maggioranza di autori maschi. Sono convinto che se fossero stati inclusi anche i romanzi young adult avremmo visto molte più scrittrici in classifica. E in posizioni molto alte. Pensate solo alla Rowling con Harry Potter, a Suzanne Collins con Hunger Games, alla Meyer con Twilight.

I libri in realtà sono più di 100, perché spesso un ciclo di storie viene considerato come una sola opera. Mi pare una considerazione corretta, anche se non è stata usata sempre: basti vedere la seconda posizione, in cui appare il singolo libro de La Guida Galattica per Autostoppisti e non l’intero ciclo.

Guardando solo alla top 20: American Gods al decimo posto? A me il libro piace molto e sono un grande fan di Gaiman. Ma veramente al decimo posto? Ma sopratutto, The Princess Bride all’undicesimo posto? Io adoro La Storia Fantastica, ma veramente all’undicesimo posto? Con Heinlein che fa la prima apparizione solo al diciassettesimo? Bizzarro. Forse il film ha veramente influenzato la votazione.

Due fumetti nelle prime 30 posizioni: al quindicesimo posto troviamo Watchmen, al ventinovesimo la serie di Sandman. Bella vittoria per il fumetto, ma si vede che i votanti sono per la maggior parte inglesi e statunitensi, altrimenti apparirebbero, come minimo, anche i lavori di Moebius e l’Eternauta.

Non c’è neppure un libro di Fritz Leiber. Neppure. Un. Libro. Di. Fritz Leiber. Non commento questa assurdità.

Questa è una riflessione importante, ripresa dal blog di NPR: la maggior parte dei libri fantasy entrati nella top 100 presentano una chiara situazione di buoni contro cattivi. Anche se i personaggi dalla moralità ambigua di Martin gli fanno ottenere la quinta posizione, quello che piace ai lettori fantasy sembra essere la divisione classica tra “noi” e “loro” di Tolkien, Brooks e Howard (Conan non può essere definito un “buono”, ma nei romanzi non c’è mai una situazione di compromesso morale: “loro” hanno torto).

Nella fantascienza, invece, quello che paga è affrontare un tema avvertito, chiaramente o nel profondo del subconscio, dai lettori contemporanei. Se il tema è forte e il libro è ben scritto, il successo rimane anche se il tema non è più attuale.

 

Se volete divertirvi con i dati, vi allego un file excel con la lista dei romanzi e degli autori.

Aspetto i vostri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *