Come pubblicare il proprio romanzo in ebook – 3

Come pubblicare un ebook

Su Amazon è necessario completare la registrazione al servizio Kindle Direct Publishing prima di pubblicare. Essendo il sito in italiano ed estremamente semplice, non mi dilungo oltre. Aggiungo solo che Amazon paga tramite bonifico, quindi servirà anche il vostro IBAN, oppure tramite assegno.

Su Smashwords invece si può pubblicare un libro e dopo gestire tutto il resto, tra cui dati di pagamento, assegnazione dell’ISBN e canali di distribuzione. Siccome il sito non è molto intuitivo e questi aspetti non saltano immediatamente agli occhi, vi spiego brevemente dove trovare queste impostazioni.

 

Dettagli per la pubblicazione su Smashwords

Pubblicare un ebook. Dalla homepage di Smashwords, una volta fatto l’accesso (se non siete registrati, vi verrà chiesto di farlo), cliccate su “Publish”. La schermata che segue vi permetterà di inserire: 1) titolo, sinossi breve e sinossi lunga, indicare lingua ed eventuale presenza di materiale non adatto ai minori; 2) inserire prezzo (o rendere il libro gratuito o lasciare ai lettori la scelta del prezzo) e stabilire le dimensioni dell’anteprima che gli utenti possono scaricare gratuitamente; 3) categorizzazione del libro, cioè il genere o i generi ai quali può essere ascritto; 4) i tag, cioè alcuni termini chiave del libro; 5) scelta dei formati ebook; 6) inserimento copertina e 7) inserimento file .doc del libro. Nel punto 8 ci sono i termini del contratto e il pulsante “Publish” per pubblicare. Una volta cliccato il vostro libro sarà in vendita nel sito nel giro di poco tempo, cioè quello richiesto dalla conversione.

Dati di pagamento. Dopo aver fatto l’accesso al sito, andate su “My Smashwords”, in questo modo entrate nel vostro profilo pubblico, dove sotto il vostro nome compare un link per modificarlo (“Edit profile”). Una volta cliccato si arriva nella pagina di modifica, dove tra le varie cose trovate “Payment profile”, sotto il titolo c’è un link per immettere (o modificare, se le avete già immesse) le proprie informazioni di pagamento. Cliccando sul link, ci si ritrova nella pagina con tutte le informazioni relative al pagamento. Bisogna scorrere verso il basso per raggiungere il modulo da compilare con nome (1), indirizzo (2) e informazioni fiscali (3).

In quest’ultima parte del modulo si deve scegliere “Individual/Sole proprietorship” nel menù a discesa “Entity type” e poi mettere il segno in una delle due opzioni sottostanti. Nella prima si accetta la ritenuta del 30% sui guadagni che verranno versati come tasse. La seconda opzione può essere usata se si ha un codice fiscale valido per gli U.S.A. Quello italiano ovviamente non va bene, ma quello americano può essere richiesto tramite una lunga prassi, che tra le varie cose necessita l’invio del proprio passaporto all’ambasciata americana per ottenere una sorta di nullaosta (in alternativa si può andare di persona). Si tratta di un procedimento lungo (minimo 5 mesi), che spesso non va a buon fine, costringendovi a ripeterlo più volte. Sta a voi decidere se volete intraprendere questa strada. In ogni caso, finché non vi avranno assegnato questo codice non potrete ricevere alcun pagamento, invece con la prima opzione Smashwords inizierà a pagarvi appena raggiunti 10 dollari di guadagni (dopo aver detratto il 30%).

Non bisogna dimenticare che, anche se viene trattenuto il 30% dei guadagni, si dovrà comunque pagare le tasse in Italia sulla cifra rimanente, che va riportata nella dichiarazione dei redditi come guadagno per sfruttamento del diritto d’autore.

Ciò è vero ovunque si venda il proprio ebook.

Tutto ciò comunque non ci deve scoraggiare a pubblicare il nostro libro. Non bisogna dimenticare che la pubblicazione in sé è gratis e si pagano le tasse solo so ciò che si guadagna (come è giusto che sia).

Più sotto si trova la parte 4 del modulo, in cui si deve scegliere il metodo di pagamento. Per i residenti al di fuori degli U.S.A. c’è un’unica scelta: Paypal. Se non avete un account su Paypal, potete crearlo gratuitamente e in pochi minuti sul sito www.paypal.it. È necessario avere una carta di credito, anche prepagata, ma i soldi ricevuti possono anche essere trasferiti successivamente su di un conto corrente. Il sito è completamente in italiano e ha un’assistenza clienti molto efficiente.

Infine nel punto 5 del modulo c’è il tasto per confermare i dati, che comunque possono essere modificati in futuro.

Assegnazione dell’ISBN. L’ISBN è un codice univoco che viene assegnato a una determinata edizione di un libro (cartaceo o elettronico). Il codice ISBN in genere viene acquistato da un editore e assegnato ai libri da esso pubblicati. Smashwords fornisce tre opzioni per quanto riguarda l’ISBN dei vostri ebook. Per accedere alla sezione relativa all’ISBN, bisogna entrare in “Dashboard”, dove sono elencati i propri libri pubblicati. Questa procedura deve essere fatta solo dopo la pubblicazione dell’ebook sul sito. Sulla colonna a sinistra si trova il link “ISBN Manager”, cliccando sul quale si accede alla pagina per l’assegnazione. Scorrendo in fondo alla pagina si trova l’elenco dei vostri ebook. Se uno dei vostri ebook non ha un codice ISBN (come accade appena lo si pubblica), compare accanto ad esso un link per richiederne l’assegnazione “Assign ISBN”.

Una volta cliccato su questo si accede alla pagina dell’assegnazione vera a propria. Qui ci sono tre scelte, di cui solo due accessibili agli autori non americani. Nella prima si può fornire un proprio ISBN, ottenuto autonomamente. In pratica dovreste comprare altrove il vostro ISBN, ma per farlo dovreste essere legalmente degli editori (con tanto di partita IVA). Se non siete un editore ma un normalissimo autore indipendente, potete scegliere la seconda opzione che prevede l’assegnazione di un ISBN gratuito di proprietà di Smashwords. Usando questo codice il libro risulterà edito da Smashwords. Ciò non cambierà il fatto che voi restate gli unici proprietari dei diritti d’autore sul libro. La terza opzione, non disponibile per noi italiani, permette di acquistare un ISBN personale, diventando di fatto editori del proprio libro.

Una volta scelta l’opzione due e confermata la scelta, vi arriverà una mail con il vostro codice, che dovrete conservare. In ogni caso ritroverete sempre il codice ISBN dei vostri libri nella pagina “ISBN Manager”.

Canali di distribuzione. Oltre a vendere direttamente su Smashwords, è possibile far distribuire il vostro libro su altri store online ed esattamente su: Sony, Barnes & Noble, Kobo, Amazon, Apple, Diesel e Baker-Taylor. Chiaramente Smashwords prende una commissione, ma è davvero molto piccola. A sua volta questi negozi online hanno delle commissioni.

Per poter distribuire esternamente il vostro ebook, questo deve essere accettato nel Premium Catalog. La richiesta di inserimento nel catalogo è automatica, ma, affinché vada a buon fine, il file non deve presentare alcun errore durante la conversione. In caso contrario, vi verrà detto di fare delle correzioni specifiche. Se comunque avrete creato il file seguendo passo passo le regole del libro di Coker, non si avrà alcun errore.

Per alcuni di questi store è necessario avere un codice ISBN perché l’ebook venga messo in vendita, quindi dovete farvelo assegnare prima di gestire i canali di distribuzione. Possono volerci anche tre settimane prima che Smashwords controlli l’ebook e lo accetti. Nel frattempo dovete scegliere dove volete distribuirlo.

Sulla Dashboard cliccate su “Channel Manager”. Scorrendo sul fondo della pagina trovate il vostro libro e la possibilità di selezionare i venditori esterni (potete selezionarli tutti o solo alcuni). Per selezionarli bisogna scegliere l’opzione “Distribute” e alla fine premere “Submit changes”.

Passate tre settimane, se tutto è andato bene, in questa pagina un po’ più in alto troverete il riassunto della situazione di distribuzione e nella Dashboard il vostro libro sarà indicato con “Premium approved”.

A questo punto avete fatto tutto.

Altre funzioni. Su Smashwords ci sono altre funzioni utili, per esempio quella dei coupon, con cui si può permettere a certe persone (alle quali avete dato un codice specifico) di acquistare il libro a prezzo scontato o gratuitamente. È uno strumento molto utile in fase di promozione. Per creare dei coupon, andate sulla Dashboard e cliccate sul link “Coupon manager”.

Inoltre nella pagina del libro, a cui potete accedere dalla Dashboard, ci sono dei link per aggiungere l’url del sito, dove eventualmente vendete il libro in formato cartaceo o come audiolibro, aggiungere un video relativo al libro (il booktrailer, per esempio) e una serie di strumenti di condivisione nei vari social network. In quella stessa pagina vi comparirà (solo a voi) il numero di download eseguiti e di copie vendute.

 

Ora che il vostro libro è in vendita su Amazon, Smashwords e altri siti, rimane un altro problema: far sapere al mondo che esiste.

Nel prossimo articolo parleremo appunto di promozione.

Traduttrice tecnico-scientifica e biologa ex-ricercatrice universitaria, Rita Carla Francesca Monticelli scrive da sempre, ma più recentemente, dal 2009, si sta dedicando in particolare alla narrativa. Autrice indipendente di due ebook, studia già da qualche anno l’interessante mondo dell’auto-pubblicazione d’oltreoceano e cerca di capire come applicarla alla realtà italiana.

Il suo ultimo lavoro, “Deserto rosso – Punto di non ritorno“, è il primo episodio di un romanzo di fantascienza a puntate.

Date un’occhiata al suo sito (e blog): www.anakina.net.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *