È morto Frederick Pohl :(

Frederik PohlÈ morto Frederick Pohl.

Aveva 94 anni, ma nonostante questo ha continuato a scrivere e ad aggiornare il suo blog praticamente fino alla fine.

Non è stato solo uno scrittore di fantascienza originale, avvincente, fantasioso e prolifico (seriamente, guardate quanto dovete scrollare per arrivare alla fine dell’elenco di opere). E’ stato anche un’editor illuminato, capace di scoprire nuovi talenti e indirizzare l’evoluzione del genere fantascientifico.

Pohl ha un’infinità di meriti. Uno dei tanti, in un periodo in cui la fantascienza si stava focalizzando sugli aspetti più pulp, cercando di replicare i successi di opere avvincenti, ma semplici e completamente escapiste, lui sosteneva che invece il genere poteva affrontare ed esprimere temi politici e culturali rilevanti. Insomma, la fantascienza come metafora, specchio e analisi della realtà, uno degli elementi di forza di questo genere.

Nei suoi romanzi ha anticipato temi e pulsioni che sarebbero poi stati ripresi e sviluppati da Dick e dal cyberpunk.

Come sapete, io tengo molto alle interazioni e dinamiche tra letteratura fantascientifica e realtà. Non perché la prima sia un grado di prevedere le evoluzioni della seconda, ma perché ispira persone a cercare di realizzare davvero quello che si legge nei romanzi di fantascienza, o perché la fantascienza è in grado di analizzare il presente meglio di mille testi di sociologia. Pohl in un’intervista ha dichiarato che:

Non puoi predire realmente il futuro. Tutto quello che puoi fare è inventarlo. Puoi fare cose che possono avere un effetto su come sarà il futuro, ma non puoi dire cosa accadrà, a meno che tu non conosca chi sta inventando cose e chi sta facendo accadere cose. Non avremmo portato l’uomo sulla Luna nel 1969 se John Kennedy non avesse deciso di farlo. E’ perché lui ha inventato questo evento che è accaduto. Probabilmente sarebbe accaduto comunque, prima o poi, in altre circostanze, ma questo è il motivo per cui è avvenuto. Lo stesso per l’energia atomica. Per cui puoi vedere come avvengono gli eventi del futuro, ma quello che non puoi fare è sapere chi sta per fare qualcosa che lo cambierà. Non puoi veramente dire cosa accadrà, ma puoi mostrare un ventaglio di possibilità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *