I 100 libri fantasy e di fantascienza da leggere nella vita

25 novembre 2015

100-libri-fanstasy-fantascienzaAmazon ha raccolto i voti espressi dagli utenti di Goodreads, il social network degli amanti dei libri di proprietà del colosso dell’ecommerce, per tirare fuori varie classifiche ed elenchi. Quello che interessa a noi è ovviamente l’elenco dei 100 libri fantasy e di fantascienza che un appassionato deve assolutamente leggere nella sua vita.

Facciamo un po’ di considerazioni.

Su 100 libri, sono pochi gli autori che appaiono più di una volta.

Ursula K. Le Guin – 3 volte: Il Mago di Earthsea (The Wizard of Earthsea); I Reietti dell’Altro Pianeta (The Dispossessed); La Mano Sinistra delle Tenebre (The Left Hand of Darkness).
Arthur C. Clarke – 2 volte: 2001 Odissea nello Spazio (2001: A Space Odissey); Le Guide del Tramonto (Childhood’s End).
J. R. R. Tolkien – 2 volte: Lo Hobbit; Il Signore degli Anelli.
Ray Bradbury – 2 volte: Fahrenheit 451; Cronache Marziane (The Martian Chronicles).
Robert Heinlein – 2 volte: Fanteria dello Spazio (Starship Troopers); Straniero in Terra Straniera (Stranger in a Strange Land).

Altri due autori appaiono due volte: Terry Pratchett e Neil Gaiman. Il Primo per I Colori della Magia (The Color of Magic), il secondo per American Gods. Ed entrambi per la loro opera a quattro mani Buona Apocalisse a Tutti (Good Omens).

Gli autori di grandi cicli appaiono solo una volta, con il romanzo che dà il via alle loro saghe. Quindi J.K. Rowling viene citata per Harry Potter e la Pietra Filosofale (Harry Potter and the Sorcerer’s Stone), Stephen King viene citato per L’Ultimo Cavaliere (The Gunslinger), primo romanzo della serie Dark Tower, George R.R. Martin viene citato per Il Gioco del Trono e via così. E’ quindi strano vedere citato Isaac Asimov per Io, Robot e non per il primo romanzo del ciclo della Fondazione.

L’elenco è quindi uno strano mix di romanzi significativi e autori significativi, non sempre citati per la loro opera migliore o più nota. E’ comunque una lista assolutamente condivisibile, che riporta sia grandi punti di riferimento del genere fantasy e fantascienza che autori più recenti, come gli ottimi John Scalzi e Susanna Clarke (prima o poi vi dovrò parlare della serie TV tratta dal suo romanzo d’esordio Jonathan Strange & Mr. Norrell).

Potete vedere l’elenco in rigoroso ordine alfabetico qui e, se l’inglese non è la vostra lingua preferita, cercare i romanzi su Amazon Italia.

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *