Cosa sappiamo della Serie Amazon sul Signore degli Anelli

21 Febbraio 2019

Cosa sappiamo della Serie sul Signore degli Anelli che Amazon sta producendo, a qualche giorno dalla comparsa di una mappa della Terra di Mezzo sul sito di Prime e l’apertura dei canali social su Facebook, Twitter e Instagram?

Quasi niente.

Quindi sarà facile fare il punto della situazione.

Aggiornamento del 7/3/2019: continuiamo a non sapere quasi niente, ma nell’aggiornamento odierno della mappa pubblicato sui social (ad esempio Facebook) è stata inserita l’isola di Numenor, accompagnata dal messaggio “Benvenuti nella Seconda Era.” Che si tratti della storia della Caduta di Numenor e della fondazione dei Regni in Esilio?

Quando uscirà la serie?

Mistero. Però, visto il contratto di cessione dei diritti tra la Tolkien Estate e Amazon, la produzione deve cominciare tra quest’anno e il prossimo. Questo purtroppo non ci dice nulla sulla data di uscita, ma sapendo che la pre produzione è già in corso – dovrebbe essere partita nel 2017, subito dopo la firma del contratto – e ipotizzando un anno tra riprese della prima stagione e post produzione, è difficile pensare di vedere qualcosa prima del 2021 – 2022.

Quanto durerà?

Amazon ha annunciato 5 stagioni. Anche questo è poco significativo: un insuccesso potrebbe determinare la chiusura anticipata della serie, un grande successo potrebbe spingere a rinnovarla per più stagioni.

Peter Jackson è coinvolto nella realizzazione della serie TV?

No, il regista delle trilogie cinematografiche del Signore degli Anelli e de Lo Hobbit ha confermato che sarà solo uno spettatore a questo giro. Però Amazon potrebbe rivolgersi alla sua compagnia di effetti speciali. E ha concluso un accordo con Warner Bros. Che le permette di usare “materiali” dai film. Significa tutto e significa niente: potrebbe coprire il riutilizzo di set, o l’uso di spezzoni di video come panoramiche e paesaggi.

La serie verrà girata in Nuova Zelanda come i film?

Molto probabile: ci sono accordi in corso tra Amazon e il governo Neo Zelandese. Questo non significa però che verrà girata soltanto lì.

Di cosa parlerà la serie?

Altro mistero. Sicuramente non sarà un remake di quanto già apparso al cinema. Amazon ha annunciato di voler esplorare il vastissimo patrimonio di storie create da Tolkien, sia quelle raccontate esplicitamente, sia quelle appena accennate. Secondo varie fonti, la prima stagione potrebbe raccontare le gesta del giovane Aragorn al servizio di Elrond. Ma non ci sono conferme ufficiali.

Ci sono già dei ruoli assegnati?

Non c’è stato alcun annuncio di attori e ruoli. Ian McKellen ha detto di essere disponibile a riprendere il ruolo di Gandalf, se gli venisse chiesto, ma non c’è ancora stata alcuna comunicazione ufficiale da parte della produzione.

Questo è il poco che si sa. Di recente il capo degli Amazon Studios Jennifer Salke ha detto in un’intervista che la produzione si è incontrata con rappresentanti della Tolkien Estate per mostrare loro disegni e altre creatività. E ha detto che gli sceneggiatori della serie stanno producendo materiale interessante, lavorando in condizioni di assoluta segretezza. Quindi sarà molto difficile sapere qualcosa finché Amazon non sarà pronta ad annunciarlo. Certo, l’apertura dei canali social è un indizio che qualcosa si sta muovendo, anche se i post per ora si limitano a due mappe della Terra di Mezzo, una bianca, una con i nomi delle principali regioni.

Attendiamo fiduciosi, intonando l’inno nerd “speriamo che non faccia cacare”.

Nessun commento

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.