Conan The Barbarian 3D
Cinema , Recensioni film / 19 Agosto 2011

Secoli dopo la caduta del regno dei necromanti di Acheron il crudele Khalar Zym (Steven Lang da Avatar) aiutato dalla perfida figlia Marique (Rose McGowan da Grindhouse) è alla ricerca dell’ultimo frammento di un artefatto che riporterà in vita sua moglie, potente strega in grado di sottomettere con le sue magie l’Hyboria tutta. La ricerca di Zym lo conduce infine nel villaggio cimmero di Corin (Ron Perlman) e del suo giovane figlio Conan (Jason Mamoa). Dopo aver rubato il frammento perduto, ucciso orribilmente Corin e lasciato Conan per morto Zym e Marique iniziano la ricerca di Tamara (Rachel Nichols da Alias), ultima discendente purosangue degli abitanti di Acheron per eseguire il rituale di resurrezione: i due si renderanno conto troppo tardi che anche dopo anni il vendicativo Conan è sulle loro tracce. Ammetto che dopo aver visto prima il teaser e poi il trailer di essere entrato quasi speranzoso in sala: di certo non mi sarei ritrovato di fronte ad un’opera di qualità pari all’iconico Conan degli anni ’80 ma forse ci si poteva aspettare un film onesto, adeguatamente “caciarone”, che non tradisse lo spirito originario di Howard. E di certo l’impatto iniziale con la nascita e l’infanzia cruenta di…

Outbreak: il film di zombie diventa interattivo
Cinema / 30 Settembre 2008

Outbreak è un film horror che racconta di un’invasione di zombie.
La novità rispetto ad altri film è che al termine di ogni scena avete la possibilità di scegliere tra due possibili azioni. A seconda delle scelte la storia si svilupperà in modo diverso.
Riuscirete a sopravvivere?

Ritrovate le parti perdute di Metropolis

Voi non avete mai visto per intero Metropolis, il film di Fritz Lang considerato il capostipite del cinema di fantascienza. A torto, perché non è certo il primo film di fantascienza mai prodotto. E il motivo per cui non lo avete mai visto per intero non è dovuto a eventuali attacchi di noia, ma al fatto che una copia completa del film non esiste: dopo le prime proiezioni nel 1927 i 210 minuti dell’originale sono stati tagliati in malo modo per accorciarne la durata. Per cui, se avete sempre avuto timore di dire ad alta voce che sì, è un capolavoro della fantascienza, ma ha un ritmo strano e alcune parti non hanno molto senso, ora potete alzarvi in piedi e affermarlo con orgoglio. Ma ora tutto questo cambierà: il Museo del Cine Pablo C. Ducros Hicken di Buenos Aires ha annunciato di aver rinvenuto nei suoi archivi le pizze di pellicola da 16 millimetri con quasi tutta la parte mancante. Le pellicole sono in pessime condizioni, ma parecchi istituti di restauro e conservazione cinematografica si sono già fatti avanti e hanno offerto il loro aiuto per il recupero del film. Dopo il processo di restauro seguirà sicuramente un’edizione speciale…